Obblighi dell’inquilino quando lascia l’appartamento rovinato e con danni

Mi scrive la Signora Maria Eugenia. Ella ha avuto una pessima esperienza con i suoi inquilini. Questi ultimi hanno fatto i furbi, agendo in modo poco etico, agendo sulla buona fede della locatrice, lasciando improvvisamente l’immobile locato, solo pochi mesi dopo aver stipulato il contratto di locazione. Con l’articolo di oggi desidero farvi sapere come tutelarsi e quali sono gli obblighi dell’inquilino quando lascia l’appartamento rovinato e con danni.

Immobile dato in locazione ecco l’esperienza della Signora Maria Eugenia

Buonasera, intanto mi ha fatto piacere ricevere i suoi ringraziamenti. Ci tengo a precisare che i complimenti sono sinceri perché veramente frequentare il suo corso mi ha aiutato moltissimo e adesso mi sento più tranquilla.

Anche io avevo stipulato una di queste assicurazioni, per un contratto di locazione di 4 anni. Ma dopo due mesi, gli inquilini hanno dato disdetta, senza specificare nessun motivo, nonostante la legge preveda un “grave motivo”.

Alla fine della locazione non hanno pagato gli ultimi due mesi di canone e hanno lasciato in casa oltre 6.000,00 euro di danni. Ho fatto la denuncia di sinistro alla assicurazione. Vi farò sapere come andrà. Verrò rimborsata? Lo scopriremo insieme!


Inquilino danneggia l’appartamento: che cosa posso fare Miki ?

Gentilissima Maria Eugenia buongiorno, rinnovo il mio personale grazie. Da quello che mi aveva anticipato nelle nostre conversazioni private, immaginavo che il danno causato dai suoi precedenti inquilini potesse toccare una cifra cosi importante.

Vedrà che non succederà più, ora lei ha gli strumenti giusti per salvaguardare e proteggere la sua locazione. Non so con quale compagnia assicurativa lei abbia stipulato l’assicurazione, tuttavia sono certo che non sarà semplice incassare una somma così importante.

Qualora la compagnia assicurativa le facesse storie, mi contati in privato attraverso il nostro canale di comunicazione che lei conosce, ho dei suggerimenti in proposito da fornirle..

Per chi leggerà questo mio commento, consiglio di far pagare l’assicurazione al conduttore e di non prendere per buona la prima compagnia assicurativa che vi viene proposta. Leggete sempre e attentamente le condizioni generali del contratto e poi con calma decidete sul da farsi.

La fretta è una pessima consigliera.

Ecco cosa ne pensa la Banca d’Italia: https://www.bancaditalia.it/compiti/vigilanza/avvisi-pub/garanzie-finanziarie/ delle finte compagnie assicurative che spariscono nel nulla.


Miki, se l’inquilino va via prima della scadenza del contratto che cosa posso fare e come mi devo comportare ?

In questi casi, la peggior cosa che si possa fare è lasciare perdere pensando che tanto la legge non ti aiuterà e non ti tutelerà. Agendo in questo modo l’inquilino penserà che potrà muoversi indisturbato anche negli anni avvenire e far “fessi tutti i proprietari che incontrerà”.

Egli penserà che potrà prendere in giro tutti i locatori che vuole e che tanto, la farà franca ininterrottamente.

Cari lettori sappiate che ogni inquilino ha dei punti deboli su cui piantare il dito.

Ne i legali, ne i commercialisti, ne le associazioni di categoria non conoscono la psicologia che ci cela dietro alla furbizia dei conduttori, quindi agiscono e consigliano i locatori seguendo la solita strada scontata e ordinaria . Quella dei Tribunali o addirittura quella del: lascia perdere che è meglio!!! Tanto non serve a nulla!!!

In questi casi, quando il locatore si trova ad avere a che fare con un inquilino che non rispetta il contratto di affitto o lascia la casa prima della scadenza e senza preavviso, non deve permettere all’inquilino di lasciare alle spalle danni all’immobile o canoni insoluti.

Il locatore se vuole portare a casa la vittoria è indispensabile che egli, affiancato da un esperto e specialista del settore, studino a tavolino un piano, passando a setaccio pro e conto, pensando attentamente ad una strategia per agire più furbamente del conduttore, lavorando in sinergia e in modo sottile ed efficiente.

Le modalità esistono e sono pure molto efficienti, naturalmente in questa sede non posso e non voglio rivelare il frutto delle mie esperienze le tecniche che utilizzo quotidianamente con grande successo.

Il mio vivo consiglio è di non mollare. Non mollate!!! Non fatelo!!!

Il sistema per ottenere giustizia c’è, l’importante è capire come e dove mettere le mani e quali sono gli strumenti che gli addetti ai lavori pressappochisti non sanno nemmeno esistano.

Richiesta danni dopo consegna chiavi

Utilizzando le giuste leve è possibile inviare una richiesta danni all’inquilino anche dopo la consegna delle chiavi.

Anzi, in questi casi è meglio che l’inquilino se ne sia andato di casa e non sia più in possesso dell’immobile e non abbia più il co. lte. llo dalla parte del manico.

Nel giorno in cui l’inquilino avrà consegnato le chiavi dell’immobile, il proprietario locatore si sentirà più l’ibero, più sereno mentalmente e soprattutto indisturbato di agire nel modo migliore.

Naturalmente in questi casi è fondamentale, come accennato pocanzi, essere affiancati da un esperto sveglio e capace. Ogni mossa dovrà essere pensata, studiata e calibrata per ottenere una determinata reazione.

I risultati non sono il frutto del fato o della fortuna.

Cara proprietaria se vuoi la vittoria, le pedine nella scacchiera dovranno essere mosse agendo in modo furbo.

Un caro saluto
Miki Martinazzi

Miki Martinazzi

👉👉 Considerato l'enciclopedia Italiana delle locazioni sicure, blindo ogni affitto, duplicando o triplicando i profitti. Tutelo i proprietari dagli inquilini furbetti e insolventi e da una Legge menefreghista che, anno dopo anno affievolisce la proprietà privata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.