Disdetta affitto anticipata: il recesso anticipato prima dei 6 mesi, come si fa?

Oggi, l’esperto risponde in merito ad una domanda che ci è stata posta da un commento lasciato da un locatore. Il Sig. Claudio, desidera sapere come funziona la disdetta affitto anticipata.

Chi, se non Miki Martinazzi, potrà dare una risposta corretta al quesito di Claudio?

Il sottoscritto non è un caso che oggi sia divenuto il punto di riferimento per tantissimi locatori facoltosi.

Ogni giorno vengono vomitate nel web informazioni spazzatura, scritte da persone che conoscono solo la teoria, ben diversa rispetto alla pratica e alla vita vera.

Queste persone sottopagate, servono solo a immettere ogni giorno informazioni fuorvianti. La pratica e la vita vera della materia locatizia sono tutt’altra cosa rispetto alla teoria.

Nonostante siamo nell’era digitale e malgrado attraverso un click sia possibile ottenere una risposta ad ogni dubbio, la confusione continua a regnare sovrana con i proprietari che non sanno più da quale parte orientarsi.

Le tantissime problematiche che affliggono il buio e nebuloso mercato locatizio sono all’ordine del giorno, quindi vi invito a prestare massima attenzione a dove reperite le informazioni e a quel che metterete in pratica.

Purtroppo i proprietari spesso continuano a voler interpretare la Legge 9 dicembre 431/98 a proprio favore, senza rendersi conto che non appena sorgerà un problema con il loro inquilino, le “beghe” affiorano e le controversie scoppiettano..

Bene, ora vediamo come deve fare Claudio per recedere dal contratto di affitto prima dei sei mesi.


Miki , come devo fare per non pagare i sei mesi di preavviso?

Claudio • 2 settimane fa: Buongiorno, ho un contratto di 3+2 con la mia inquilina, ma poco fa, mi ha detto che vuole lasciarmi l’appartamento in quanto ha fatto domanda in comune per farsi dare un altra casa, per me non ci son problemi anzi dato che vorrei entrarci con la mia fidanzata…

Però la mia inquilina mi ha chiesto di mandargli la disdetta, anche se mancano altri 2 anni alla conclusione del contratto… ma allo stesso tempo per me va bene ugualmente, vorrei solo capire in quanto locatore come dovrei muovermi?

Devo mandarle lo stesso la raccomandata con la disdetta?


L’esperto risponde: il recesso dell’inquilino come e quando dare la disdetta!

Caro Claudio, nel suo caso non è lei che dovrà inviare la disdetta al suo inquilino, ma è il conduttore che dovrà farlo, naturalmente nel rispetto della legge 431/98.

Se entrambi le parti vogliono recedere dal contratto consensualmente, basterà un accordo extracontrattuale in cui precisate le volontà delle parti.

Caro Claudio, le dirò una cosa che non troverà scritta altrove, se non in questo eccezionale blog. Qualora l’inquilino a causa di un imprevisto decidesse di non rispettare l’accordo predefinito fra voi due, la potrebbe mettere in forte difficoltà.

Con questo le voglio dire che fino a quanto il suo attuale affittuario non andrà via, presti MASSIMA attenzione a non assumersi altri impegni vincolanti con terze persone.

Caro Claudio, lei come proprietario, se chiedesse il recesso anticipato dal contratto prima della scadenza, violerebbe la legge, quindi nel suo caso è l’inquilino che dovrà inviare disdetta.

In questo caso sarà l’inquilino che si dovrà occupare della risoluzione contrattuale e pagare l’eventuale l’imposta di registro (sempre che il proprietario abbia aderito al regime cedolare secca).


La legge cosa dice in merito alla disdetta affitto anticipata senza preavviso per giusta causa?

Il conduttore, qualora ricorrano gravi motivi, può recedere in qualsiasi momento dal contratto, dandone comunicazione al locatore con preavviso di sei mesi”.

Scopriamo cosa dice l’articolo 3, comma 6 della Legge n. 431/98 in merito ai tempi della disdetta del contratto di locazione.

la disdetta anticipata del contratto di locazione
la risoluzione anticipata del contratto di locazione da parte dell’inquilino.

Attenzione però, che in alcune Città Italiane in base a specifici accordi territoriali è possibile recedere dal contratto di locazione con modalità completamente diverse da quanto indicato sopra. Quindi occhio a quel che fate!!!

Se siete lungimiranti e non volete infilarvi in un vicolo cieco, compilate il questionario gratuito che vi permetterà di entrare in contatto con noi.

Sarete contattati da uno dei miei migliori esperti, dove attraverso una prima chiamata gratuita, capiremo come e se possiamo aiutarvi. Ecco il link: https://miki.michelemartinazzi.it/

Controversie fra locatore e conduttore ne risolvo ogni giorno in tutta Italia, quindi vi invito a non dare mai nulla per scontato. La vita riserva sfide e sorprese sempre inaspettate.

La disdetta del proprietario come termine fissato dalla legge solitamente è sei mei. Alcuni siti internet scrivono che il preavviso è derogabile (attraverso una clausola citata nel contratto, che indica un termine diverso), ma queste informazioni sono fuorvianti e andrebbero valutate caso per caso, vi invito quindi a stare moooooolto attenti.

Nel caso in cui sia volonta dell’inquilino recedere dal contratto, egli dovrà mandare una raccomandata A/R al proprietario per comunicare l’intenzione di rilasciare l’immobile. In questo caso, il locatore, avrà diritto fino alla scadenza del periodo di preavviso, di incassare puntualmente i canoni d’affitto.

Naturalmente un accordo extracontrattuale fra le due o più parti potrà sempre essere attuato.

Attenzione massima a come l’inquilino interpreta i famosi “gravi motivi” che dovranno poi essere indicati nella missiva, ma questo è discorso che affronteremo un’altro giorno.


Il curioso caso dell’Articolo 1613 Codice Civile (R.D. 16 marzo 1942, n. 262) facoltà di recesso degli impiegati pubblici

Quasi nessuno lo sa, ma gli impiegati delle pubbliche amministrazioni possono, nonostante patto contrario, recedere dal contratto nel caso di trasferimento, purché questo non sia stato disposto su loro domanda.

Tale facoltà si esercita mediante disdetta motivata, e il recesso ha effetto dal secondo mese successivo a quello in corso alla data della disdetta.

A presto
Miki Martinazzi

Miki Martinazzi

👉👉 Considerato l'enciclopedia Italiana delle locazioni sicure, blindo ogni affitto, duplicando o triplicando i profitti, trasformando l'immobile in un asset a rendita garantita. Tutelo i proprietari dagli inquilini furbetti e insolventi e da una Legge menefreghista che, anno dopo anno schiaccia e affievolisce la proprietà privata.

Un pensiero su “Disdetta affitto anticipata: il recesso anticipato prima dei 6 mesi, come si fa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *