Disdetta contratto di locazione da parte del locatore: gli errori fatali

Siamo alle solite, i locatori tentano di fare i furbetti, “cadendo dal pero raccogliendo le mele”. Oggi Miki farà luce nel complesso e buio mondo locatizio dove regna sovrana la confusione e la legge del fai da te. Cari lettori vi spiego come funziona la disdetta contratto di locazione da parte del locatore.

Mi scrive il Sig. Perro, egli desidera capire come si deve comportare difronte ad una situazione in cui il proprietario molto probabilmente desidera rientrare in possesso dell’immobile alla scadenza del contratto di affitto.


Disdetta contratto di affitto 4+4: ecco la domanda del Sig. Perro.

Ciao ma se dopo 4+4 a fine degli 8 anni non si riceve nessuna raccomandata dei 6 mesi ! Il proprietario è obbligato a rinnovare il contratto o mi puoi rinnovare il contratto per i sei mesi per trovare casa ?

Buongiorno Sig. Perro,
presumo da quanto lei mi ha indicato che fra di voi sia stato stipulato un contratto di locazione “libero” 4+4 regolamentato dall’art. 2, comma 3, legge 431/98.

Nonostante siamo nel 2022 ancora oggi l’80% dei proprietari non conoscono la disciplina normativa locatizia con la conseguenza che ogni locatore interpreta e manipola a proprio piacimento la legge 9 dicembre 431/98.

In aggiunta a ciò, i proprietari si rivolgono a professionisti tuttologi, pressappochisti e sempre di fretta consigliando ai proprietari metodologie errate minando e complicando il rapporto fra le parti.

Naturalmente il risultato sarà scontato: fra locatore e conduttore sorgeranno incomprensioni e controversie.


Disdetta contratto locazione da parte del locatore (seconda scadenza) ecco i rischi

Una delle azioni errate più eclatanti che i locatori mettono in atto, riguarda l’invio al conduttore della disdetta del contratto di locazione in modo illegittimo, abusando della posizione e facendo leva sulla buona fede dell’inquilino.

In questi casi, i proprietari si espongono in modo inconsapevole a grossi rischi. Infatti, ecco cosa recita l’articolo 3 della L 431/98 (disdetta da parte del locatore).

Qualora il locatore abbia riacquistato la disponibilità dell’alloggio a seguito di illegittimo esercizio della facoltà di disdetta ai sensi del presente articolo, il locatore stesso è tenuto a corrispondere un risarcimento al conduttore da determinare in misura non inferiore a trentasei mensilità dell’ultimo canone di locazione percepito.

Nel suo caso Sig. Perro deve sapere che il contratto fra di voi è automaticamente rinnovato e il locatore non potrà mandarla fuori di casa se non al prossimo rinnovo del contratto (cioè fra 4 anni).

Quindi caro Sig. Perro lei ha titolo e diritto per restare in possesso dell’immobile ancora per almeno 4 anni. Qualora il suo locatore non le invii la disdetta con almeno 6 mesi di preavviso entro la prossima scadenza contrattuale, il contratto si rinnoverà per lo stesso periodo per ulteriori 4 anni.

Naturalmente, senza aver analizzato in modo specifico la sua situazione e in mancanza di ulteriori elementi contrattuali in mio possesso, non sono in grado di fornirle maggiori e importanti dettagli.

Gentile Sig. Perro, qualora lei desideri una risposta specifica e precisa al suo caso, compili il questionario che ci permetterà di capire come e se possiamo aiutarla.

I migliori saluti
Miki Martinazzi

Miki Martinazzi

👉👉 Miki Martinazzi è consulente, specialista e punto fermo nel mercato delle locazioni abitative sicure. Le sue strategie, l'ultra ventennale esperienza e la sua specializzazione consente ad ogni locatore, di mettere in sicurezza ogni contratto di affitto e blindare ogni locazione, rendendola longeva e profittevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *