Contratto di locazione scaduto: il conduttore non se ne va, che fare?

La più grande ca***zata chela stragrande maggioranza dei proprietari immobiliari commettono quando finisce la locazione Ã¨: il conduttore non libera l’appartamento, essi devono agire in giudizio per riaverlo. E’ una delle più grandi follie e un errore di cui molti si pentono a distanza di pochi mesi.

Cara lettrice, qualora tu ti trovassi nella condizione che il contratto di locazione scaduto e il conduttore non se ne va, la prima cosa da fare assolutamente non è andare da un legale, agire in giudizio e trovarti con un conto in banca più povero……….

Questo è quello che fa massa degli Italiani incantati dall’establishment e da chi comanda il mondo, che continuano imperterriti a ingrassare il cu****lo al sistema Giudiziario poco efficiente e per niente equilibrato in cui viviamo.

Lo sanno tutti che la Giustizia non è uguale per tutti, ma nonostante questo i locatori si fanno ammaliare dai tribunali, dal sentito dire di un amico, agendo di pancia e con gli occhi gonfi di veleno e con il Cuore che ad ogni battito pulsa vendetta.

In questi casi, o meglio nei casi in cui il conduttore non se ne va, è bene agire in modo completamente diverso da quello che fa l’80% dei proprietari immobiliari.

Anzi, azioni diverse portano a risultati diversi, ma soprattutto inaspettati.

Cosa succede una volta scaduto il contratto d’affitto? E come bisogna fare per sfrattare un inquilino con contratto scaduto?

Mi scrive Alessandra in quanto suo padre ha un problema con l’affittuario.

Ecco la sua domanda:

Buongiorno, ho letto alcuni suoi articoli e visto il suo sito, volevo farle una domanda se possibile.

Mio padre é proprietario di un appartamento affittato con contratto che é scaduto a settembre, gli inquilini sono ancora dentro e non vogliono uscire ne pagano il canone e le spese condominiali mio padre vorrebbe fare dei lavori e rimetterlo in affitto, é possibile entrare e fare I lavori o diventa violazione di domicilio?

La ringrazio in anticipo se potrà rispondermi.

Cordiali saluti e buona giornata.

Contratto di affitto scaduto: che fare se l’inquilino non va via?

La situazione di suo padre sicuramente non è delle migliori.

Quanto alla sua domanda le rispondo che entrare nell’immobile senza autorizzazione è una violazione di domicilio. Inoltre, qualora suo padre agisse di pancia, passerà sicuramente dalla parte del torto e tale comportamento le se ritorcerà contro rendendo l’incresciosa situazione tra di voi (conduttore e locatore) ancora più conflittuale

Presti molta, molta attenzione.

E’ una situazione che si può risolvere se sarà capace di prendere in mano le redini fin da subito e in fretta.

Disinnescare la controvarsi è possibile e fattibile, l’importante che il proprietario faccia le azioni giuste sin dall’inizio.

In questi casi le emozioni devo essere messe da parte ed è indispensabile agire in modo più furbo dell’inquilino e con la massima lucidità e astuzia.

In questi casi per evitare di incancrenire il rapporto e rischiare di renderlo ancora più conflittuale, è sconsigliata assolutamente una azione legale.

Nei casi come quelli di suoi padre e degli affittuari è bene studiare assieme ad un esperto che conosca le dinamiche più profonde, una strategia che permetta all’inquilino di andarsene entro pochi mesi.

Un caso simile al suo mi ricorda quello del Sig. Attilio Cappelletti e del Sig. Giuseppe Luise (che ci hanno anche gentilmente lasciato la loro preziosa recensione) che riguardava degli inquilini che non volevano riconsegnare le chiavi e lasciare l’immobile.

In questi casi è fondamentale utilizzare una strategia costruita a tavolino e che permetta di assumere il totale controllo grazie ad azioni precise, chirurgiche e messe in campo con i suggerimenti dell’esperto.

Qualora desideri risolvere la controversia di suo padre ed evitare costose e amare azioni legali, provi a contattarci.

Il Sig. Martinazzi valuterà con massima solerzia il vostro caso e se egli lo riterrà opportuno, in quanto le pratiche settimanali che segue e risolve sono limitatissime, la aiuterà a liberare l’immobile e cacciare il suo furbetto affittuario.

Provi a contattarci cliccando qui, valuteremo con piacere le sue esigenze.

I miei migliori e più vivi saluti
Elisa V.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto