Contratto affitto assicurato: documenti, costi e recensioni

Siete stati davvero in tanti a chiedermi che coso penso del contratto affitto assicurato. Se proprio ve la devo dire fuori dai denti, evitate di buttare i vostri soldi dalla finestra.

Oggi vi spiego per filo e per segno un po di cosucce che voi proprietari sicuramente non sapete in merito al tanto sventolati affitto assicurato, definiti anche polizza affitto sicuro, polizza tutela legale e formule di affitto garantito.

Assicurazione affitto casa – condizioni generali di contratto

Non la farò molto lunga e sarò molto diretto e schietto, tuttavia se al contrario pensate che una polizza possa “assicurare il vostro affitto” molto probabilmente dimenticate che questi strumenti assicurativi hanno nel suo interno una marea di clausole e scritte minuscole che potrebbero complicarvi la vita e al momento opportuno, non erogare il premio assicurativo.

In pratica, questi strumenti assicurativi per la locazione, hanno al suo interno complesse condizioni generali di assicurazione. Ecco un esempio e un immagine di anteprima, qui a fianco.

Inoltre per vostra conoscenza, mi sono preso una decina di minuti del mio preziosissimo tempo per scovare le recensioni delle tante persone che avevano sottoscritto questi strumenti.

Locare casa è un arte!!!! E’ un insieme di tanti pezzetti che devono comporre in modo eccellente tutto il processo.

Se siete locatori convinti che il caf, acli e patronato e correlati, possano assicurarvi una locazione sicura, vi consiglio vivamente di chiudere questo articolo e arrivederci.

Se per esempio sbagliate scelta dell’inquilino e costui è un emerito testa di c….o o un ignorante (e questo lo imparate solo dopo un po di tempo), che cosa accadrebbe qualora dobbiate superare una difficoltà che riguarda la vostra locazione, come pensate di fare?

Telefonate al caf che hanno solo teoria ? Oppure all’agenzia delle entrate? Forse al vostro commercialista? Oppure chiedere consiglio all’amico che di mestiere fa tutt’altro che affittare immobili?

La vita moderna è fitta di complessità e le cose ne tempo spesso cambiano!

Risolvete il problema con il vostro inquilino, tirando fuori la vostra polizza affitto assicurato ?

Gli inquilini sono degli attori nati, all’inizio si mostreranno straordinari e perfetti poi, con il tempo e non appena entrati in possesso del vostro immobile, il “principe azzurro scende da cavallo e imparate a conoscerlo”.

Pensate davvero di conoscere una persona solo perché vi siete conosciuti un’ora o due prima?


Affitto assicurato recensioni: ecco che cosa ho trovato per voi

Passiamo ora alle centinaia di recensioni che ho scovato in giro, leggetene alcune e tirate le somme.

Questa immagine l’ho trovata consultando il noto sito Trustpilot in merito ad una nota agenzia assicurativa Italiana.

Be, direi che le recensioni consultate su Trustpilot non sono molto convincenti e tranquillizzanti
Recensioni affitto assicurato
Recensioni degli utenti che hanno usufruito dei servizi
Anche questa nota agenzia assicurativa non sembra moto rassicurante

Eccone altre di recensioni trovate nel noto sito Trustpilot. I dati parlano da se, in sostanza 9 persone su 10 non sono per nulla felici e soddisfatte.

Ho deciso di raccogliere solo alcune delle recensioni che ritenevo rilevanti. Dopo una decina di queste, ho deciso di chiudere la pagina perché mi sentivo angosciato e deluso.

Fra alcuni paragrafi ho deciso di analizzare un paio di polizze contenenti clausole che sono fatte per complicare la vita del proprietario anziché semplificarla.

In sostanza queste fideiussioni assicurative obbligano il proprietario ad espletare determinate azioni e qualora questo si dimentichi o non rispetti i tempi indicati, il premio non ve lo danno e voi rimanete con il cerino in mano.

Siete davvero convinti che sottoscrivere una fideiussione assicurativa affitto a prima richiesta possa semplificarvi la vita ? Pensate davvero che sia una garanzia aggiuntiva che certifica la solvibilità dell’inquilino?

Le assicurazioni pur di non versare il premio si attaccano sugli specchi e cercheranno di tirare fuori il coniglio dal cappello.

Tempo fa ho girato un video in cui parlavo del crac assicurazioni. In sostanza la Gabanelli ha aperto il vaso di pandora in merito ad un buco assicurativo da 5.2 milioni di euro.

Eccone uno stralcio: “Sorelle di crac. Sono le 38 superstiti compagnie assicurative commissariate negli anni passati per enormi buchi patrimoniali e ruberie degli amministratori. E poi finite in liquidazione coatta amministrativa, cioè affidate ai liquidatori nominati dall’autorità pubblica.” Qui l’articolo completo sul corriere.


Miki, l’affitto assicurato può davvero proteggere la mia locazione?

Cari locatori, prima di infilare un inquilino in casa vostra chiedetevi che tipo di inquilino state cercando (studenti, coppie, single, famiglia, imprenditore, affitto breve o a lungo termine).

Chiedetevi inoltre qual’è l’obbiettivo a cui ambite (stabilità economica, soldi per uscire con l’amante, far studiare i vostri figli, acquistare un altro immobile, ricchezza, reddito passivo) ?.

Vi rivelo una cosa: ho stipulato centinaia di locazioni con inquilini che abitano in affitto da oltre 20 anni. Costoro allora versarono una cauzione di sole 3 mensilità. Naturalmente il processo locatizio è stato blindato utilizzando strumenti che hanno permesso al proprietario di mettere al sicuro la locazione.

Naturalmente in un articolo gratuito non vi posso di certo rivelare quali sono.

Non affittate al primo inquilino che capita solo perché sventola una polizza affitto assicurato. Mettete sempre della malizia in tutto il vostro processo locatizio. Non abbassate mai la guardia.

Ne va della vostra tranquillità. L’inquilino non appena entrato in possesso delle chiavi, sa perfettamente che la legge è ingessata e la burocrazia galoppa. Quindi è importantissimo mantenere l’assoluto controllo sul vostro affitto e non lasciare nulla al fato

Il sottoscritto prima di redigere in sicurezza una pratica locatizia, impiego mediamente 2/3 ore di consulenza solo per capire e analizzare le esigenze del locatore, valutare i pro e contro, scegliere la durata della locazione, simulare il tipo di tassazione, verificare se l’immobile ha difformità urbanistiche e tante tante altra cose importantissime.

Noi impieghiamo mediamente dalle 10 alle 20 ore per preparare, completare e blindare una pratica locatizia. Sapete quanto ci metterà per preparare il vostro contratto di locazione un caf, acli o patronato pressapochista ? 1 ora, forse 2.

Non per nulla le nostra pratiche locatizie costano dalle 10 alle 20 volte in più rispetto ai pressapochisti “all’acqua di rose”


Miki, l’affitto assicurato come funziona?

Per entrare in possesso di una fideiussione assicurativa affitto, è’ sufficiente che l’inquilino versi una somma che solitamente oscilla fra il 7 e il 10 % del canone annuo e la compagnia assicurativa rilascia il documento in cui secondo loro certifica l’affidabilità dell’inquilino, sempre a detto loro viene rilasciata ai soli inquilini ritenuti affidabili (non si capisce su quale base), elimina il rischio di morosità dell’inquilino e si sostituisce al conduttore nel pagamento del canone (tutto dipenderà da caso a caso), assicurando la certezza degli incassi previsti e rimborsando eventuali danni arrecati all’immobile.

Ecco cosa contiene una delle tante polizze che ho analizzato.

Occhio cari locatori, se vi azzardate a dimenticare o a sbagliare qualche cosa addio al vostro premio e al rimborso…..

Con la vita moderna a cui siamo sottoposti ogni giorno e a causa della marea di impegni quotidiani che ci frullano per la testa, siete proprio sicuri di ricordarvi di adempiere a certe condizioni contrattuali ?

Ecco come Affitto l’assicurato protegge il tuo contratto di locazione
Ecco le condizioni generali di contratto che cosa contengono

E non ho voluto calcare la mano. Pensate davvero che a distanza di qualche mese vi ricorderete di fare il giro della mela contattando numeri a destra e a manca?


Affitto assicurato chi deve pagare?

Naturalmente l’inquilino. Alla luce del fatto che il deposito cauzionale viene sostituito dalla polizza fideiussoria, l’affittuario non tira fuori un soldo. Deve solo versare la quota alla compagnia assicuratrice.

Come indicato sopra, la quota si aggira mediamente fra l’ 8 e il 12 % del canone di locazione annuo. Molte compagnie assicurative (che sono semplici e comuni società) non appena incasseranno il premio, emetteranno la polizza.


La soluzione c’è e vi permetterà di blindare il vostro contratto di locazione

Cari locatori, utilizzo fin dal 1997 con enorme successo strumenti alternativi che il 99,99% degli incravattati pressappochisti sempre di fretta e all’acqua di rose non sanno nemmeno esistono.

Li utilizzo con grandissimo successo. Naturalmente sono il frutto di oltre 25 anni di esperienza e di processi che garantiscono ad ogni proprietario l’assenza di insolvenze, beghe, noie, furbizie dell’inquilino e morosità.

Tali strumenti vi garantiranno sicurezza e certezza nei pagamenti, inoltre vi permetteranno di avere a che fare con inquilini ritenuti affidabili, elimineranno il rischio di morosità dell’affittuario e si sostituiranno ad esso nel pagamento del canone, assicurando la certezza degli incassi previsti e rimborsando eventuali danni arrecati all’immobile.

Questa non è fantasia è il frutto di esperienza e capacità di applicare un processo unico e personalizzato per ogni locatore.

Per chi ha capito l’importanza e la delicatezza dell’argomento e desidera entrare in contatto con il sottoscritto, vi consiglio vivamente di compilare il questionario gratuito cliccando sul pulsante sottostante.

La soluzione per ogni locatore c’è, basta sapere come fare e dove mettere le mani.

Un caro saluto
Miki Martinazzi

Miki Martinazzi

👉👉 Considerato l'enciclopedia Italiana delle locazioni sicure, blindo ogni affitto, duplicando o triplicando i profitti. Tutelo i proprietari dagli inquilini furbetti e insolventi e da una Legge menefreghista che, anno dopo anno affievolisce la proprietà privata.

2 pensieri riguardo “Contratto affitto assicurato: documenti, costi e recensioni

  • Marzo 22, 2022 in 6:06 pm
    Permalink

    Bravo Martinazzi, mi complimento per il Suo intento di avvertire i cittadini dei grossi rischi di queste polizze assicurative. E parlo di “rischi” per eufemismo, perché in verità in queste polizze c’è la precisa intenzione di fregare il prossimo. Lo so per esperienza per esserci passato anch’io.

    Rispondi
    • Marzo 24, 2022 in 3:25 pm
      Permalink

      Grazie mille Mauro per aver condiviso con noi la sua esperienza. Se le va di condividere con il sottoscritto la sua parodia con le assicurazioni “furbette”, mi contatti che desidero approfondire il suo caso.

      I miei più vivi saluti
      Miki Martinazzi

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.