Come affittare casa per brevi periodi: l’affitto turistico e la normativa

Stai cercando di capire come sfruttare la seconda casa? Voi conoscere quanto si guadagna con una casa vacanze e come affittare casa per brevi periodi? Fantastico, ottima scelta. Questo è un settore ancora poco capito e molti proprietari stanno lasciando sul tavolo un sacco di soldi.

Negli ultimi anni l’affitto turistico è stato disciplinato da importanti leggi che hanno dato un giro di vite al settore selvaggio delle locazioni e a tutti quei proprietari furbetti che evadevano il fisco.

Premessa molto importante.

Ogni giorno vengono vomitati in rete centinaia di articoli spazzatura che hanno l’unico scopo di riempirti la testa con informazioni “senza arte ne parte”.

Devi sapere che tali articoli vengono scritti da persone (spesso ragazzetti freelance sottopagati e assunti a cottimo) che non hanno mai preso in mano un contratto di affitto breve turistico e non hanno nemmeno mai visto come sia fatta una casa vacanze o una locazione turistica.

Ti stai forse chiedendo allora come fanno a scrivere questi articoli ? Facile !!!! Li scopiazzano da altri portali (molto spesso da questo blog), facendone un riassunto e trascrivendo il tutto e facendo loro il materiale.

Detto questo ti invito a prestare attenzione da dove leggi e prendi le informazioni, potresti ritrovarti in seria difficoltà e con grosse “gatte da pelare”.

Come affittare casa per previ periodi: come funziona la locazione turistica

Iniziamo a capire qual è la differenza tra locazione turistica e locazione breve.

Per fartela breve, nessuna differenza.

Devi sapere che la locazione breve e la locazione turistica hanno come unico scopo di affittare un immobile a turisti, per pochi giorni e/o per pochi mesi.

Per spiegartela bene e in modo preciso, dovrai farti una lezione di oltre una giornata. Tuttavia considerando che questo è un articolo gratuito, quanto ti andrò a spiegare nei prossimi paragrafi è più che sufficiente per darti un infarinatura generale.

Naturalmente, l’affitto breve si chiama tale perché permette di affittare per un periodo non superiore ai 30 giorni.

Inoltre devi sapere che il contratto di locazione concluso per un breve periodo “detto anche affitto breve” (meno di 30 giorni) è esente dall’obbligo di registrazione.

Il codice del Turismo definisce la locazione turistica come un alloggio che abbia finalità esclusivamente turistiche. Tale tipologia è regolata dalle disposizioni del c.c. in tema di locazione.

Oggi, grazie alle ultime riforme D.L. 50/2017 e Legge di Bilancio n. 178/2020, entrambi le tipologie di affitto si equiparano e possono venir confuse dai non addetti ai lavori.

Miki, come posso affittare un appartamento per brevi periodi?

Prima aspetto importante.

Oggi affittare casa per brevi periodi è un business molto, molto , molto profittevole e ancora molto sottovalutato

Questo business, se ben fatto, può permettere ad ogni locatore di guadagnare fino a 3 volte di più di un normale canone di locazione.

Il mercato degli affitti brevi è molto molto competitivo e ricco di opportunità, ma anche di concorrenza e tanta ignoranza.

Oggi per fare i soldi e vivere di rendita è indispensabile conoscere le giuste tecniche di marketing, le corrette leve di persuasione e di promozione, quelle di differenziazione e di gestione della clientela o degli ospiti.

miki parla dell'affitto breve turistico
Affittare la prima casa per brevi periodi è un’opportunità ancora sottovalutata da tantissimi proprietari inconsapevoli che stanno perdendo un sacco di soldi

Senza una precisa strategia, un proprietario sarà schiacciato delle centinaia e centinaia di annunci immobiliari che riempiono i portali e le tante Ota (booking, airbnb, HomeAway ecc ecc)

Altro aspetto molto importante è quello relativo alle attrattive turistiche del luogo in cui il tuo immobile si trova (acquafan, Italia in miniatura, Musei, mare o laghi, luoghi di particolare interesse turistico, località rinomate, porti commerciali, percorsi di Trekking ecc ecc).

Anche se il tuo immobile si trova in campagna, in mezzo al nulla e attorno non c’è niente di interessante, ti assicuro che se pianifichi un piano e una strategia, potresti comunque affittare a turisti o a persone in cerca di un alloggio per pochi giorni.

Inizia intanto con il svolgere una ricerca per capire i flussi turistici della tua città, potresti rimanere sorpreso o sorpresa dai risultati.

Poi fatti un’altra domanda, nel mio paese o nella mia città quanti hotel, strutture extra alberghiere e strutture ricettive ci sono?

Se la risposta è una o più di una è una grande notizia.

Affittare una casa per un giorno è fattibile?

Per tutti i locatori che violano la normativa sugli affitti brevi, anche per chi affitta casa per un giorno, il Governo ha previsto multe che oscillano dai 500 ai 5000 euro, doppie in caso di recidiva.

L’occhio attento del fisco è inoltre puntato nei confronti di tutti quei locatori che non comunicano all’Autorità di Pubblica Sicurezza le generalità degli ospiti e anche in questi asi sono previste sanzioni pesanti per i furbetti.

Esatto, hai capito bene. La legge è chiara. Niente cazz….ate!!!

Oggi tale disciplina è stata regolamentata e disciplinata in modo preciso.

Coloro che intendono affittare una casa per brevi periodi anche per un solo giorno, dare in affitto l’intero appartamento o parte di esso a affittuari, sono tenuti a registrare la struttura nell’anagrafe regionale delle locazioni turistiche e qualora il locatore sia sprovvisto del CIR o CIS (codice identificativo di riferimento) è passibile di sanzioni salatissime.

E’ bene precisare che non ti serve creare una società per affittare la tua proprietà a turisti o professionisti e non è nemmeno assolutamente necessaria la partita iva per affittare appartamenti o immobili per pochi giorni. Tuttavia vale quanto indicato sopra.

Questa pratica riguarda solo chi affitta o gestisce fino un massimo di 4 immobili.

Affittare casa per brevi periodi: tutta la normativa e adempimenti fisali

Per i proprietari (privati) che desiderano avviare l’attività di affitto breve turistico o affitto temporaneo, possono farlo senza aprire la partita iva, in modo non imprenditoriale o meglio privatamente senza avviare alcuna società e senza inviare alcuna scia.

In sostanza per fartela breve, l’esercizio di tale attività, essendo di carattere non imprenditoriale, potrà essere esercitata senza aprire una posizione giuridica.

Chiunque oggi decida di affittare per pochi giorni, deve però attenersi alle disposizioni contenute nel D.L. 50 2017 locazioni brevi, alle tante circolari emesse dall’Agenzia delle Entrate e alla nuova disciplina fiscale affitti brevi (Legge n. 178/2020 Legge di Bilancio 2021).

Ti invito ad aprire gli occhi e a non sottovalutare la nuova normativa riguardante le locazioni brevi.

Sono cambiate tante cose negli ultimi anni e il nostro Governo è intenzionato a far piazza pulita e sanzionare PESANTEMENTE i furbetti o gli improvvisati.

Affitti brevi spese detraibili e adempimenti fiscali: piccolo accenno

Per evitare di riempirti la testa con altre nozioni pesanti e noiose, oggi ho deciso di non parlarti di tassazione IRPEF, modelli 730, Modello Unico, ti anticipo solo che il regime della cedolare secca sulle locazioni brevi è applicabile a chiunque ma senza poter dedurre alcun onere fiscale.

Viceversa, i locatori che intendono optare per il regime ordinario (quello IRPEF), possono tranquillamente farlo, senza così intaccare eventuali oneri da portare in deduzione.

Tuttavia, approfondirò l’argomento affitti brevi e la nuova disciplina fiscale in un articolo a parte.

Affitti brevi: come iniziare e come trasformare il tuo appartamento in una casa vacanze che genera decine di migliaia di euro ogni anno.

Per concludere caro locatore, devi sapere che il tuo successo sarà determinato da:

  1. capacità e dalla conoscenza che il proprietario ha del mercato turistico della sia città/paese;
  2. dalla nicchia scelta;
  3. dalla strategia differenziante;
  4. conoscenza delle regole e del Marketing strategico;
  5. saper trattare con gli ospiti, cura e attenzione anche dei piccoli dettagli spesso scontati;
  6. visibilità su portali esteri (molti locatori non sanno nemmeno esistono) posizionamento sui giusti portali;
  7. la capacità di gestire tariffe dinamiche in base alla stagionalità e ai flussi turistici;
  8. le caratteristiche intrinseche ed estrinseche dell’immobile (la tipologia di immobile e dove esso è situato)
  9. le recensioni degli ospiti e la reputazione che il proprietario avrà sul mercato/sui vari portali;
  10. farsi aiutare da un esperto e specialista soprattutto nella fase di preparazione e di lancio sul mercato;
  11. per ultimo ma non meno importante, non aver paura di niente e di nessuno;

Non sai da dove iniziare e desideri spremere il tuo immobile generando una rendita che ti permette di vivere come un Paperon dei Paperoni ?

Clicca qui per compilare il questionario gratuito che ti permetterà di entrare in contatto con me.

Studierò una strategia specifica per il tuo mercato e ti indicherò, passo passo la strada da percorrere. Ogni mese decine di proprietari hanno colto al volo questa nuova opportunità ancora incompresa.

Caro locatore devi sapere che il business delle locazioni brevi puoi iniziarlo da domani a costo quasi pari allo 0, senza dover aprire alcuna partita iva, senza costi fissi e direttamente dal tuo smartphone o tablet. Cosa aspetti?

Un caro saluto
Miki Martinazzi

P.S. dimenticavo di dirti che nel caso tu stia cercando il Fac simile contratto locazione turistica Airbnb, puoi trovarlo qui.
A presto.

Miki Martinazzi

👉👉 Miki Martinazzi è consulente, specialista e punto fermo nel mercato delle locazioni abitative sicure dal 1997. Le strategie di Miki, l'ultra ventennale esperienza e la sua specializzazione, consentono ad ogni locatore di corazzare l'affitto aumentando guadagni e massimizzando i profitti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *